PRODUZIONI ATTIVE

Il Ri-Ciclo della Vita (musical 2022)

PRESENTAZIONE VIDEO “IL RI-CICLO DELLA VITA”

“Il Ri-Ciclo della Vita” è un inedito ed innovativo “green musical” scritto e diretto dal maestro Marco Moioli a cura della compagnia Teatro d’Asporto. Un viaggio nel mondo dei rifiuti in compagnia di una pallina di carta canterina, un’ingenua lattina schiacciata, una bottiglia rotta un po’ burbera ed altri curiosi personaggi alla ricerca di un nuovo senso della vita. Una favola per adulti e bambini che fa riflettere sulle azioni dell’uomo e, attraverso la metafora ecologista, racconta la voglia di riscatto degli ultimi, dei diversi e degli emarginati. Coreografie e musiche inedite suonate dal vivo, scenografie, abiti e strumenti musicali creati con materiale di riciclo: una vera produzione green per un musical che, riciclando il linguaggio della Commedia dell’Arte, recupera lo spirito ecologico del teatro di strada.

I bambini che partecipano ai laboratori sono coinvolti nella raccolta del materiale di riciclo per la produzione teatrale e nella creazione di alcuni oggetti speciali con cui concorrono all’ambientazione sonora e visiva di alcune scene.

A coronamento del progetto, la produzione di un innovativo audio-fumetto scritto e musicato da Marco Moioli e disegnato da Tiziana Tommasi, insegnante di fumetto di Accademia delle Arti. Con il supporto tecnico di Annalisa Caramaschi alla grafica, Gabriele Marangoni e Nicola Caleffi agli arrangiamenti, “Il Ri-Ciclo della Vita” conterrà i testi e le musiche delle canzoni dello spettacolo teatrale, registrate presso lo studio dell’Accademia. Conterrà anche un vademecum delle buone abitudini quotidiane che fanno bene all’ambiente da leggere con tutta la famiglia, progettato coi ragazzi e le ragazze della sezione mantovana di Fridays For Future.

Come spiega Marco Moioli, ideatore del progetto e direttore di Accademia delle Arti: “il nostro obiettivo non è solo educare le nuove generazioni al rispetto e alla salvaguardia dell’ambiente, ma raggiungere, con il contributo dei bambini, le famiglie per indurle all’adozione di stili di vita eco-sostenibili. L’incredibile eco mediatica ottenuta negli ultimi anni da movimenti ecologisti giovanili come Fridays For Future ci insegna che il cambiamento necessario alla nostra sopravvivenza può e deve iniziare dal basso e dai giovani. Attraverso il linguaggio universale dell’arte, vogliamo mandare un messaggio a tutte le fasce d’età. Sperimentando forme di produzione maggiormente sostenibili, perché anche il mondo dell’arte dia un contributo concreto, oltre che concettuale.”